ALBERTO BONGINI

Alberto Bongini è nato a Torino nel 1956. Si è diplomato al Liceo artistico e successivamente ha conseguito la laurea in architettura. Versatile ed entusiasta artista, sino al 1998 è stato Industrial Designer; a partire da tale data ha perentoriamente iniziato un percorso professionale presentandosi a livello nazionale in molteplici personali di pittura e di grafica. Ha ricevuto premi e riconoscimenti in concorsi nazionali ed è noto anche come illustratore di libri. La sua espressione creativa si esplica soprattutto tramite l'utilizzo di materiali e strumenti non convenzionali nell'ambito delle Belle Arti, scelta che lo porta ad ottenere risultati di grande interesse .Ha tenuto varie personali a Torino, Pietrasanta, Seravezza, Lugano, Chieri, Mondovì, Milano, Pisa, San Vincenzo e mostre di gruppo in Giappone come in Germania e in Belgio, ma soprattutto in Italia: Firenze, Massa, Mantova, Torino, Capraia Fiorentina, Viareggio.Rilevante la sua presenza a “Viaggio d'artisti in Europa”, Comunità Europea, Palazzo Berlaymont, Bruxelles; “Artisti per Nuvolari”, Casa Museo Sartori, Castel d'Ario, “Il Comprensorio dell'Altissimo”nel Palazzo della Cultura a Cardoso di Stazzema, a cura di Lodovico Gierut.Sue opere sono nelle maggiori biblioteche pubbliche in Italia e all'estero nonchè presso enti istituzionali e Case Museo italiane ed in collezioni private in Italia e all’estero.Nel 2014 è stato inserito nel CAM 50 – “Catalogo dell'Arte Moderna. Gli Artisti Italiani dal primo Novecento ad oggi”, Editoriale Giorgio Mondadori.E’ membro direttivo(Vice presidente) del Collettivo 37 di Torino. Nel 2016 ha partecipato ad una mostra bipersonale presso la “Galleria Sartori” di Mantova, ad una collettiva nella medioevale“Casa degli affreschi” di Novalesa  e all’esposizione “L’espiritual en l’art” in Spagna .Importante la sua partecipazione alla mostra “Frammenti di arte moderna e contemporanea” presso Artgallery37 di Torino che lo ha visto protagonista accanto a nomi quali:Emilio Vedova,Ennio Morlotti,Marc Chagall,Giorgio De Chirico.Nel ha partecipato con la personale “ Carnet du voyage imaginaire” al Progetto “Viaggi immaginari di 5 artisti contemporanei” al Museo Commenda di Prè di  Genova , ideato e organizzato dall’Associazione Collettivo 37 di Torino in collaborazione con i curatori e critici d’arte Lodovico Gierut (Toscana) e Cinzia Tesio (Piemonte). Le sue opere compaiono nel catalogo dell’ Editoriale Giorgio Mondadori” (2017) dedicato a Giacomo Puccini dal titolo “Vissi d’arte,vissi d’amore” a cura di Marilena Cheli Tomei e Lodovico Gierut. Le sue opere sono collocate in collezioni private in Italia e all’estero ed in Musei  ed enti istituzionali italiani. E’ Socio Fondatore dell’Associazione Culturale Collettivo 37 di Torino e Direttore Eventi Esterni dell’Associazione Collettivo 37 di Torino.