MICHELLE HOLD

Nasce a Monaco di Baviera, vive e lavora in Italia, vicino a Milano.
E’ cresciuta a Innsbruck (Austria) dove ha iniziato a studiare architettura. Si forma come artista e disegnatrice di tessuti in diversi corsi a Parigi, New York, Hong Kong, Monaco e Londra. Dopo una carriera internazionale come modella e come imprenditrice nel settore della ristorazione (un ristorante a Hong Kong), si dedica finalmente alla sua passione l’Arte. Ha esposto internazionalmente.
 

Artist statement

Sono d’accordo con Rothko che la pittura deve essere una rievocazione, inaspettata e mai vista.

I miei lavori astratti, nei quali i segni e le vibrazioni dei colori hanno ritmi di danza, sono dedicati alla natura in tutte le sue accezioni: l’acqua, il silenzio, la luce, la terra, l’insondabile. Affronto questo tema con energia e gioia interiore e tale è il mio coinvolgimento che mi sento di far parte integrante dei miei quadri. Penso alle parole di Giorgina O’ Keefe: “L’astrazione è molte più volte la forma più definita dell’intangibile che è in me, che riesco a dipingere”.

Vorrei che, attraverso i miei lavori, i fruitori prendessero consapevolezza della bellezza del mondo espressa dalla mia astratta elaborazione pittorica. Al tempo stesso cerco di trasmettere energia e serenità con l’equilibrio, che spero aver realizzato, con segni e colori. Avendo fatto esperienza nel campo del disegno tessile con top designers , ho acquisito consapevolezza dell’importanza fondamentale della struttura compositiva coloristica. Inoltre con il mio passato di studi in architettura, arricchisco i miei quadri con stratificazioni successive di colore, similmente ad un operatore edile. Prendendo spunto da ciò che inizialmente è appena un accenno, accentuo ed elaboro questo spunto evocativo nato imperiosamente dall’insondabile come, d’altronde, è la vita stessa. Gioco con le trasparenze di colore e sono affascinata da ciò che traspare e rimane un’entità difficile da svelare.                   Scrive A.Gorky: “L’astrazione permette all’uomo di vedere con la sua mente quello che non può vedere con gli occhi”.

 

Lavoro affinché la mia pittura astratta possa esprimere i miei pensieri e i miei desideri filtrati attraverso le personali esperienze di vita.